Il dispositivo portatile per scoprire in tempo utile il cancro al seno

cancro_seno_detector


Non ha molta importanza che un sistema di individazione del cancro al seno sia più avanzato di un altro se le pazienti non vi hanno accesso, no? Per questo l'Università di Nihon ha sviluppato una unità portatile che può essere utilizzata senza dovere andare in ospedale.
Usando una tecnologia conosciuta come metodo dello shift di fase, il detector portatile emette una luce con una lunghezza d'onda di 850nm che viene rimandata dando il risultato. Ogni area che potrebbe essere cancerosa appare più scura perché c'è una maggiore concentrazione di cellule del sangue che assorbono più luce invece di rifletterla.
Al contrario dei metodi classici per la mammografia, non c'è bisogno di schiacciare il seno tra due superfici come un sandwich: basta premere il detector sulla pelle e il risultato sarà subito riportato su uno schermo LCD.

Sfortunatamente non sappiamo se e quando questo dispositivo diventerà accessibile a tutti. Al momento è ancora in fase di test (sugli animali, purtroppo), certo è che se dovesse funzionare come sperato dai suoi ideatori sarebbe davvero molto utile per chi non ha accesso facile ai metodi di analisi attualmente in uso. Certo, se usassero metodi di sperimentazione diversi, saremmo tutti più felici… (c.c.)
[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :