L’FBI usa i dati di Carrier IQ

android_spia1


Probabilmente era inevitabile: l'FBI, grazie al diniego ad una richiesta in base al Freedom of Information Act ha inavvertitamente ammesso il suo coinvolgimento con Carrier IQ. Ma non sapremo altro.
La richiesta era esplicita e mirava a sapere se l'FBI stesse o no usando i dati di Carrier IQ. Dicendo "non possiamo rispondere" è come se l'FBI avesse risposto di sì:
"Il materiale che avete richiesto si trova in un fascicolo investigativo che non può essere divulgato..."
Tradotto significa: abbiamo testi che documentano il nostro lavoro con Carrier IQ, ma non ve lo diremo. Quello che non possiamo sapere è se questo voglia dire che l'FBI stia usando i dati raccolti da Carrier IQ sugli utenti o se stia indagando proprio su Carrier IQ.
E siccome Carrier IQ non è certo limitato agli smartphone d'Oltreoceano, chissà se ci sono altre agenzie governative di altri paesi che accedono a quei dati. (c.c.)
[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :