Apple ha speso una cifra enorme per comprare un’azienda israeliana di memorie

apple_memoria


Il quotidiano finanziario israeliano Calcalist riporta che Apple avrebbe speso un sacco di soldi per acquisire Anobit, un'azienda specializzata in memorie flash. Ma l'investimento di 400-500 milioni di dollari non è per memorie qualunque: Anobit sostiene che le sue memorie sono più economiche e più veloci. Anobit costruisce memorie NAND che si usano per cose come i flash drive e, soprattutto, per gli SSD come quelli del MacBook Air.
Le memorie flash sono diventate cruciali in qualsiasi gadget Apple produca e venda, compresi gli hard drive che si affermeranno sempre di più in ogni singolo Mac nel futuro prossimo. I chip prodotti da questa azienda, a quanto pare, usano una tecnica di processo del segnale unica che permette una produzione più economica e operazioni più veloci. Se Apple vuole passare alle SSD in tutti i suoi computer, questo sarà un buon vantaggio, per quanto sia costato una bella cifra iniziale. In più, permetterebbe ad Apple di svincolarsi da Samsung, finora il principale fornitore di memorie NAND. E, naturalmente, denunciarla centinaia di volte per centinaia di brevetti. (c.c.)
[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :