Cina: finisce in scontri con la polizia e lancio di uova il primo giorno dell’iPhone 4s. Apple sospende le vendite

China Apple


Erano arrivati da città anche molto lontane ed avevano atteso per ore e ore con temperature che hanno toccato i 20 gradi sotto lo zero davanti all'Apple Store di Pechino. Tutto per l'iPhone 4S che oggi avrebbe dovuto iniziare le vendite in Cina. Le scorte arrivate al negozio di Pechino, però, sono risultate decisamente insufficienti e quando il momento è arrivato le centinaia persone in fila si sono trovate davanti ad una brutta sorpresa: apertura ritardata per la troppa ressa e niente più iPhone 4S dopo pochissimo tempo.
La notizia ha scatenato l'ira collettiva, sono iniziati scontri con la polizia e lanci di uova contro il negozio. Stando ad alcune testimonianze "la folla in piazza è impazzita e la fila non esisteva più. Tutti hanno iniziato a picchiarsi e molte persone sono rimaste ferite. La polizia ha iniziato a colpire le persone". Ci sono volute cinque ore prima che l'ordine venisse ripristinato, ma Apple, intanto ha chiuso i negozi di Pechino e di Shangai perché "non siamo in grado di riaprire lo store di Pechino per la ressa e di metterlo in sicurezza, perciò l'iPhone non sarà disponibile sia nella capitale che a Shangai", come ha dichiarato alla stampa il portavoce di Apple Cina Carolyn Wu. (c.c.)
[Fonte: Gizmodo USA e Corriere della Sera]

Tags :