Il modo in cui si editavano le foto nel 1987 ci fa ringraziare Photoshop di esistere


L'URSS ha una storia di manipolazione delle foto davvero interessante. Con il passare degli anni, decisero di usare la loro capacità di manipolazione delle foto a fin di bene invece che per far sparire le persone.
Nel 1987 Glasnost e la Perestroika erano in pieno svolgimento e quindi gli strumenti che sarebbero, in altre circostanze, utilizzati per eliminare "i nemici del popolo" come Trotsky vennero usati per restaurare le fotografie. Era un procedimento davvero lungo e laborioso che riguardava l'uso di scanner a tamburo e computer con memoria a bobina. Guardate il video e ricordatevene la prossima volta che vi lamentate di quanto "sia difficile" togliere gli occhi rossi con Photoshop. (c.c.)
[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=i8cqtv6a2uU[/youtube]
[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :