Attivista sudcoreano arrestato per aver retweettato (ironicamente) un tweet del governo nordocreano

twitter_sud_corea


Un attivista sudcoreano è stato arrestato la scorsa settimana per avere ironicamente retweettato un messaggio del governo nordcoreano. Jung-geun Park è stato accusato in base ad una legge del suo paese che si chiama Legge sulla Sicurezza Nazionale che vieta, con una definizione ambigua e fumosa, "atti che favoriscano il nemico". Peccato che Park si stesse prendendo gioco del nemico, in quella specifica circostanza. Ma il senso dell'umorismo e le agenzie governative, si sa, sono rette parallele che non si incontrano mai. Quello che Park ha fatto è stato mettere la propria faccia e una bottiglia di Jonny Walker Etichetta Nera su un manifesto di propaganda della Corea del Nord.
La Legge sulla Sicurezza Nazionale è stata spesso usata in passato come un grimaldello contro i dissidenti politici. Nella definizione di "atti che favoriscono il nemico" infatti è facile far rientrare qualsiasi tentativo di opposizione alle politiche del governo. (c.c.)
[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :