Rapiscono il codice sorgente di Norton Antivirus e chiedono un riscatto di 50 mila dollari per non diffonderlo

symantec_codice_sorgente


La metafora del rapimento è calzante. Leggete questa storia (e non chiamateli hacker, se non volete incappare nelle ire di Anonymous!).
Stando alla trascrizione di una email pubblicata ieri su Pastebin e confermata dall'azienda, un gruppo di malintenzionati ha cercato di estorcere 50.000 dollari a Symantec in cambio della promessa di non rilasciare il codice sorgente di PCAnywhere e Norton Antivirus che avevano precedentemente rubato.
Lo scambio di email tra l'impiegato di Symantec Sam Thomas e il ladro/rapitore Yamatough è iniziato a gennaio. Symantec conferma di aver contattato le forze dell'ordine dopo aver confermato che il furto del codice e lo scambio di email erano già incluse nell'indagine.
Lo scambio epistolare è durato settimane prima che venisse alla luce: nelle mail si cerca di acquisire prove del fatto che Yamatough possedesse davveor il codice, rassicurazioni sul fatto che sarebbe stato distrutto dopo il pagamento del "riscatto" e su come effettuare la transazione verso Liberty Reserve, un servizio di trasferimento di denaro del Costa Rica. L'ultimo scambio di email è di ieri quando Yamatough che minaccia di diffondere il codice. Thomas ha chiesto tempo per assecondare la richiesta e Yamatough ha annunciato che ritarderà la diffusione del codice. (c.c)
[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :