La prima macchina digitale che permette la doppia esposizione

minimo


In mezzo a tutte le tecniche con cui abbiamo perso dimestichezza a causa della fotografia digitale c'è quella della doppia esposizione. Ma una nuova fotocamera, la Minimo-X, una 3.2 megapixel che permette la doppia esposizione ci farà riprovare la gioia di questa tecnica.
Cucire insieme con cura due foto con Photoshop può essere facile se avete familiarità con il software, ma realizzare una vera doppia esposizione su pellicola è costoso e incredibilmente difficile. La Minimo-X è felice di essere il giusto compromesso tra due mondi apparentemente inconciliabili. La cosa migliore delle foto con doppia esposizione è l'elemento sorpresa. Non si sa mai con esattezza cosa si otterrà e spesso il risultato è migliore di come l'avremmo voluto.

La Minimo-X Double Exposure Digi è così piccola da stare nel palmo di una mano e pesa meno di 50 grammi: la macchina perfetta da tenere sempre in tasca. Certo non è una fotocamera ad alta risoluzione, ma i suoi limiti si adattano perfettamente allo stile vintage delle foto con alta saturazione del colore. La sensibilità è solo pari a ISO 100 e la velocità dell’otturatore è automaticamente impostata da 1/8 a 1/5000 di secondo. In più, può registrare video a 640×480. Un bell’oggettino con cui divertirsi un po’ per soli 130 dollari (106 euro circa).

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :