Google spia gli utenti di Internet Explorer aggirando la policy sulla privacy

google_denunciata


Non è un buon periodo per Google, attaccata per il cambiamento nella policy sulla privacy, poi di aver aggirato i controlli di Safari, sempre in materia di privacy, per installare cookies che traccerebbero le abitudini di navigazione dell'utente e adesso anche da Microsoft per aver fatto a stessa cosa con Internet Explorer.
Stando a quanto dichiara il vicepresidente di Microsoft Dean Hachamovitch, il team di Internet Explorer ha scoperto che Google stava "impiegando metodi simili per evitare le protezioni della privacy di default su IE e tracciarne gli utenti tramite cookies".

Microsoft ha scoperto che Google bypassa la funzione di protezione della privacy P3P:
“Google utilizza una sfumatura nelle specifiche di P3P che ha l’effetto di bypassare le preferenze degli utenti in tema di cookies. Queste specifiche stabiliscono che i browser devono ignorare qualsiasi policy non definita che incontrano. Google manda una policy P3P che non dà le informazioni ai browser in merito all’uso dei cookies e delle informazioni degli utenti. La policy P3P di Google è attualmente una dichiarazione che non è ancora una vera e propria policy. E’ previsto che la legga una persona, mentre di fatto la “legge” un browser”.

In sostanza, Google bypassa immotivatamente le protezioni e abilita i suoi cookies in modo che siano ammessi e non bloccati. Questo permette di tracciare le abitudini dell’utente quando usa il browser. Nel frattempo, Microsoft ha realizzato una Tracking Protection List per proteggere gli utenti di IE9 da Google. La lista si trova qui.

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :