Kim Dotcom: “Non sono il Re dei Pirati, ma la pirateria è colpa del governo”

kim_dotcom


Kim Dotcom può essere molte cose: un donnaiolo, un collezionista di auto, uno che ama le esagerazioni, ma non dategli del "Re dei Pirati". Dal suo punto di vista è solo una persona che ha offerto un sistema di storage.
Rilasciato su cauzione la settimana scorsa, Dotcom non ha perso tempo a rilasciare dichiarazioni alla stampa. Parlando con il Guardian, ha paragonato la sua situazione alla guerra nel Golfo.
"E' come la storia delle armi di distruzioni di massa in Iraq, - ha dichiarato - avete presente? Se volete andare contro qualcuno e avete uno scopo politico, direte qualsiasi cosa serva".
"Da dove arriva la pirateria - è stata la spiegazione di Dotcom -? La pirateria arriva, sapete, la gente, diciamo, in Europa non ha accesso ai film nello stesso momento in cui escono in Us. Se il modello di affari fosse tale da dare accesso a tutti contemporaneamente ai contenuti, non ci sarebbe il problema della pirateria. Quindi, secondo me, il problema è che il governo degli Stati Uniti protegge un obsoleto modello di affari monopolistico che non funziona nell'era di Internet".
"Non sono il re della pirateria - ha concluso - ho offerto dello storage online e banda agli utenti. Ecco tutto".
Una semplificazione mica da poco, Dotcom!

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :