Ecco il sottomarino con cui James Cameron esplorerà la Fossa delle Marianne

cameron_marianne


James Cameron, il regista di Avatar, è conosciuto per il sua passione per le nuove tecnologie che lo ha portato, questa volta, a volere esplorare i fondali più profondi del mondo. Con il suo nuovo Deepsea Challenger, un sottomarino all'avanguardia, Cameron esplorerà la Fossa delle Marianne.
Da quando ha ripreso il relitto del Titanic per il suo film, James Cameron ha coltivato un'ossessione per il mondo subacqueo (di cui gli osservatori avranno trovato tracce anche in Avatar). Adesso è ufficialmente un esploratore di National Geographic, in collaborazione con la Nasa e Scripps ha progettato e realizzato il Deepsea Challenger alimentato ad elettricità che sarà in grado di arrivare alla profondità di 11.000 metri.
L'ultima volta che un uomo si è avventurato nella Fossa delle Marianne, era il 1960 e il batiscafo Trieste della marina militare americana portò Don Walsh e Jacques Piccars sul fondo dell'oceano. Ci vollero cinque ore per compiere la discesa, ma a Cameron ne basteranno due. E mentre trascorreranno solo 20 minuti sul fondo, il Deepsea Challenger può rimanerci per sei ore fornendo molte opportunità per la ricerca e l'esplorazione.
Inutile dire che durante la sua permanenza sul fondo Cameron pensa di filmare degli spezzoni. Per questo il sottomarino è attrezzato con quattro videocamere ad alta definizione e vanta un muro di LED da 2 metri: un accessorio fondamentale data la scarsità di illuminazione a quella profondità.
Ecco il video realizzato da National Geographic per illustrare l'impresa.

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :