Ecco le prime immagini degli abissi esplorati da James Cameron

cameron_torna


Come tutti sapete, James Cameron ha fatto un giretto nel punto più profondo degli oceani, la Fossa delle Marianne, con il suo DeepSea Challenger. Il viaggio è stato qualcosa di incredibile e l'esplorazione è durata per tre ore. "E' un mondo alieno" ha detto Cameron. Queste sono le prime immagini diffuse.
Le riprese, effettuate con videocamere 3D ad alta definizione e una lampada a LED lunga 2,5 metri, mostrano un luogo simile alla superficie della Luna, ma questo posto alieno sulla Terra non è morto come il nostro satellite color argento. Cameron ha assicurato che c'è vita anche la sotto.

Il viaggio è stato interrotto a causa di una perdita nel Deepsea Challenger che ospitava il regista e che, stando ai suoi progettisti, è molto più manovrabile di batiscafi come il Trieste o l’Alvin precedentemente usati per spedizioni simili.
Al contrario dell’Alvin, comunque, il Deepsea Challenger non è stato attaccato da nessun pesce gigante. Cameron non ha incontrato mostri marini come in The Abyss. Non ha neanche trovato creature bianche o bioluminescenti che invece ha trovato mentre scendeva.

Cameron ha raccontato che non c’erano tracce di altri esseri, terrestri o alieni. Ha solo visto anfipodi lunghi appena 2,5 centimetri. Ma non è rimasto deluso da questo: non era in cerca di mostri marini.
Lo scopo della missione era solo quello di esplorare. Cameron è sicuro che, dopo questo viaggio, troveranno molte sorprese nei tanti, tantissimi viaggi che faranno con il Deepsea Challenger.
Forse, però, la parte che più colpisce del video è il senso di solitudine e di meraviglia di Cameron. “I miei sentimenti erano di completo isolamento dal resto dell’umanità” ha raccontato. Del resto, è stato il primo a raggiungere quelle, è il caso di dirlo, abissali profondità in totale solitudine, intrappolato in un aggeggio metallico che giunto sul fondo era più piccolo di quasi otto centimetri a causa dell’elevatissima pressione. Adesso, andare laggiù è attraente tanto quanto andare sulla Luna.
Ecco il primo video di Cameron dopo la missione.

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :