Ubisoft citata in giudizio per Assassin’s Creed

assassin-creed

Secondo John Beiswenger, scrittore e anche creatore di numerosi brevetti tecnologici, la trama di Assassin’s Creed, popolare saga di videogiochi di Ubisoft nata nel 2007, ha qualcosa di familiare. Ed è per questo che ha citato in giudizio l’azienda francese per violazione del copyright. Secondo l’autore alcuni elementi del popolarissimo videogioco sono troppo simili a quelli da lui inventati in un libro pubblicato nel 2002, intitolato “Link”.

Nel libro di Beiswenger viene raccontato di un dispositivo capace di far riemergere in una persona i ricordi di un antenato, e anche questo accade anche in tutti gli episodi della saga di Assassin’s Creed, dove il protagonista, grazie all’Animus, può rievocare i ricordi della propria ascendenza e riviverne i momenti salienti. Secondo Beiswenger sono molti, nella trama del suo libro, i punti di contatto con la fortunata saga di Ubisoft, anche la forte presenza dell’assassinio. La richiesta di risarcimento fatta presso la corte distrettuale della Pennsylvania ammonta a 5,25 milioni di dollari.

Che Ubisoft abbia plagiato questo libro proprio non lo sappiamo: di certo però Beiswenger ha trovato modo di far conoscere in tutto il mondo un suo libro del 2002 e probabilmente troverà con l’azienda francese un accordo per placare il suo malcontento.

Tags :