Londra 2012 chiarisce la posizione contro le foto e i video sui social network

london-2012-logo-1280x960


Vi è mai capitato di andare allo stadio a vedere una partita di calcio, scattare una foto al campo e alle squadre con lo smartphone e pubblicarla su Twitter? Siete sicuri che sia possibile farlo?


La domanda è lecita perché sui biglietti delle Olimpiadi di Londra e nelle regole di accesso alle gare che si terranno quest’estate, c’è scritto chiaramente

[…] images, video and sound recordings of the Games taken by a Ticket Holder cannot be used for any purpose other than for private and domestic purposes and a Ticket Holder may not license, broadcast or publish video and/or sound recordings, including on social networking websites and the internet more generally“.

La notizia risale all’inizio di questa settimana: in pratica, seguendo alla lettera le indicazioni sui biglietti di qualsiasi evento, il pubblico non può filmare gli eventi sportivi e pubblicarli sui social network e più in generale on-line. In sostanza, è possibile scattare immagini e video ricordo solo per uso privato. Non è possibile pubblicare video su Facebook, YouTube, altrimenti si contravviene al regolamento.

E’ evidente quanto questa regola sia molto difficile da attuare, se non impossibile. Interrogata sull’argomento e sul senso di questa limitazione, l’organizzazione ne ha ridimensionato la portata. Sir Keith Mills (a capo del comitato organizzativo, il LOCOG, London Organising Committee of the Olympic Games) ha fatto notare che la regola è stata inserita per proteggere chi ha acquistato i diritti per la trasmissione dei vari eventi, e che quindi sarà impiegato buon senso nell’impedire agli spettatori di filmare le gare.

C’è anche da aggiungere che alcune gare si terranno lungo le strade senza un accesso regolato, ed è in quei casi che il Comitato intende tutelare i diritti alle riprese.

Un portavoce del Comitato ha specificato inoltre che l’intenzione è quella di impedire lo sfruttamento economico dei filmati, non certo quello di impedire a chiunque la pubblicazione di foto e video su Facebook.

Tags :