Un po’ troppa protezione per il Kindle Fire

Kindle_Fire_hand


Il Kindle Fire (il tablet Android più diffuso negli Stati Uniti e finora non ancora messo in vendita in Europa) sta avendo qualche problema: giovedì scorso Amazon ha pubblicato un aggiornamento software per abilitare una funzione molto importante, ossia il controllo parentale. Lo scopo dell’update è ovvio: impedire ai figli, o a qualsiasi altra persona che abbia il tablet tra le mani, di fare acquisti compulsivi sullo shop di Amazon, di accedere a particolari sezioni del catalogo e di navigare con il browser incorporato (il Silk Web browser).

Sono sorte però delle complicazioni e l’aggiornamento sta creando dei problemi inattesi. Alcuni utenti, infatti, lamentano che dopo l’update non riescono più a utilizzare il tablet perché viene richiesta loro una password che non hanno mai inserito.
Al momento l’unica soluzione possibile è resettare il Kindle Fire dopo aver fatto un backup. Va bene essere sicuri, ma questo non è un po’ troppo?

Tags :