Greenpeace fa irruzione dentro Apple e chiede più rispetto per l’ambiente

greenpeace_apple


Ieri mattina presto, (ieri sera, per noi), Greenpeace ha compiuto un'azione piuttosto eclatante contro il quartier generale di Apple a Cupertino. Per prima cosa, nel cuore della notte, hanno proiettato messaggi e tweet sulla facciata dell'edificio di Infinite Loop, poi hanno piazzato una specie di fungo con il marchio Apple (che potete vedere nell'immagine qui sopra) proprio davanti all'ingresso, sulla proprietà di Apple.

Dentro il fungo c’erano due persone vestite da iPhone.
La protesta non è durata molto perché la polizia di Cupertino è arrivata presto e li ha arrestati. A quanto pare, “stavano trasmettendo messaggi audio da tutto il mondo diretti ai dipendenti Apple e ai dirigenti”. I messaggi contestavano ad Apple l’uso di energia elettrica prodotta in impianti a carbone per alimentare i propri server cloud.

A prescindere da come la pensiate sulla questione e dato per assodato che ogni scelta a favore dell’ambiente è sempre la benvenuta, soprattutto se arriva dalle grandi aziende, la domanda è: come diavolo hanno fatto a portare quel “coso” fin davanti alla porta dell’edificio? Di solito, quando ci si reca al quartier generale di Apple, non si fa in tempo a fermarsi per scattare una foto che una guardia arriva per ricordarti che lì non ci si può stare.

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :