WWDC 2012: Mountain Lion e le sue “200 novità”

wwdc2012-6_1


Dopo i MacBook, arriva il momento di OS X per il quale Apple conta su 88 milioni di utenti. Come annunciato, la nuova versione si chiama Mountain Lion e sul palco vengono mostrate le 8 principali feature a partire da iCloud il cui supporto è integrato nel sistema operativo: basta inserire il proprio Apple ID per sincronizzare tutti i vostri contenuti e app tra tutti i dispositivi. Poi tocca a Reminders e a Messages, per una breve dimostrazione. Preview vimostra un'anteprima dei PDF conservati su iCloud.

Una novità è il Centro Notifiche con nuovi avvisi e banner: gli avvisi appariranno dall’angolo in alto a destra e scompariranno se li ignorate. Mountain Lion porta Dictation sui Mac, ma non Siri, mentre sulla toolbar appare un pulsante per la condivisione.
In arrivo anche una nuova versione di Safari, con quello che Apple chiama il più veloce JavaaScript di tutti. Ha anche le “schede iCloud” che mostrano qualsiasi altra pagina abbiate aperto su altri dispositivi.
Smart Search, poi, (simile all’autocompletamento di Google) si attiva direttamente dalla barra degli indirizzi. Per navigare tra le tab i possono usare le gestures e c’è una nuova architettura per lo scroll.

Il multitouch permette di zoomare avanti e indietro e se si fa uno “zoom out” più profondo, si potranno vedere tutte le tab.
PowerNap permette il backup e l’aggiornamento di app in background: in un certo senso il vostro computer continuerà a lavorare anche senza di voi, una funzione già vista in alcuni ultrabook Intel. Ci sono anche AirPlay e il Game Center.

Stando ad Apple, il nuovo sistema operativo ha 200 novità rispetto alla versione precedente, il che significa che ne scoprirete più di 190 da soli. Tra queste il supporto per lo spagnolo e il tedesco nei dizionari, VIPS nelle mail, la ricerca nel Launchpad e alcune opzioni di lettura offline per Safari. La data d’uscita prevista è per il prossimo mese al costo di 20 dollari, ma chi acquista un nuovo Mac da domani, avrà l’aggiornamento gratis.

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :