DotCom è sicuro: c’è Joe Biden dietro il sequestro di Megaupload

megaupload: cancellati tutti i dati


Kim Dotcom ha dichiarato di sapere chi c'è dietro l'operazione che ha portato allo spegnimento di MegaUpload e di tutti i siti collegati. Parlando con TorrentFreak, ha spiegato di essere convinto che il vice presidente degli Stati Uniti Joe Biden abbia chiesto al procuratore Neil MacBridge di colpire il sito.
Quando MegaUpload è stato spento lo scorso gennaio, in molti si sono meravigliati per la velocità con cui il governo ha agito. Proprio la scorsa settimana un tribunale della Nuova Zelanda ha dichiarato che i sequestri fatti nelle proprietà di DotCom erano illegittimi.

Adesso DotCom ha spiegato che sapere come sono andate le cose:
“So da una fonte credibile che è stato Joe Biden, il migliore amico dell’ex senatore e capo della Motion Picture Association of America Chris Dodd, che ha ordinato al suo c avvocato e ora procuratore di Stato Neil MacBride per attaccare Mega.

Dopo che abbiamo ricevuto le informazioni da una fonte interna, abbiamo controllato i registri dei partecipanti ai meeting della Casa Bianca tra Chris Odd e i capi degli studios e Biden e Obama. Sono disponibili sul sito della Casa Bianca.
E’ interessante che un uomo che si chiama Mike Ellis di MPA Asia, e esperto di estradizione ed ex soprintendente della polizia di Hong Kong, partecipava a questi meeting con Dodd, i capi degli studios Joe Biden. Lo stesso Mike Ellis ha incontrato il ministro della Giustizia della Nuova Zelanda Simon Power”.

Che Biden sia molto amico di Chris Dodd, ma naturalmente queste sono considerazioni di DotCom che andrebbero verificate.

[Fonte: Gizmodo Usa]