Apple non è più un’azienda “green”: preferisce il design

apple_non_green


Anche se Apple si vanta di essere un'azienda "green", pare aver deciso di non aderire più agli standard che la rendevano tale. Stando all'Electronic Product Environmental Assessment Tool (EPEAT), ovvero il famoso standard, Apple ha tolto tutti i suoi 39 computer dal processo di certificazione.
Lo scopo dell'EPEAT è diminuire l'impatto negativo che la produzione di prodotti elettronici chiedendo alle aziende di rispettare otto diverse caratteristiche pensate, appunto, nel rispetto dell'ambiente.

Tra queste c’è la vita di un dispositivo, i materiali tossici usati, la riciclabilità etc. Cose importanti, considerate le condizioni del nostro povero Pianeta. I computer Apple sono certificati Gold EPEAT dal 2007 e stupisce che adesso l’azienda abbia deciso di non interessarsi più di questo aspetto della propria produzione.

Il ceo di EPEAT ha dichiarato al Wall Street Journal:
“Dicono che la direzione che ha preso il loro design non è più coerente con i requisiti di EPEAT. Erano supporters importanti e siamo delusi dal fatto che non vogliano più certificare i loro prodotti con i nostri standard”.

Quelli di iFixit pensano che Apple abbia abbandonato l’EPEAT per via del Mac Book Pro Retina che non è proprio eco-friendly dato che la batteria è incollata al case, cosa che ne impedisce il riciclaggio se non previo smembramento. Il nuovo MacBook Pro non avrebbe superato l’esame EPEAT e se Apple continua in questa direzione, nessuno dei suoi prossimi laptop potrà superarlo. Il design è più importante del rispetto dell’ambiente, secondo Apple. E secondo voi?

[Fonte: Gizmodo USA]

Hai un’anima green? Quanto sai risparmiare con l’IT? Scoprilo con il nostro quiz

Tags :