Niente lavoratori minorenni nelle fabbriche Samsung, ma le condizioni di lavoro non sono buone

samsung


Lo scorso mese, un ente di controllo sul lavoro cinese ha accusato Samsung di impiegare e sfruttare lavoratori minorenni nelle sue fabbriche. Ora un controllo di Samsung non ha trovato traccia di lavoratori minorenni, ma ha scoperto una serie di altri problemi.
Indagando sulla fabbrica HEG Electronics a Huizhou, in Cina, che era al centro del report dello scorso mese, Samsung ha scoperto alcuni lavoratori di età compresa tra i 16 e i 17 anni, ma si trattava di studenti - lavoratori, figure perfettamente legali in Cina.

Tuttavia, l’indagine ha rivelato alcune pratiche dubbie: scarsa gestione, un sistema di ammende per ritardi e assenze, straordinari oltre le leggi locali e misure inadeguate per la salute e la sicurezza.
Questo spiegherebbe l’elevato turnover che la fabbrica registra, pari a circa il 30 per cento al mese. I più scettici potranno pensare che i lavoratori minorenni siano stati spostati prima dell’indagine. Chi può dirlo?
Intanto, Samsung ha ufficialmente notificato a HEG la necessità di migliorare le condizioni di lavoro e programma di effettuare ispezioni presso i suoi 105 fornitori cinesi entro la fine di settembre. E’ un inizio.

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :