Pià autonomia e meno stress: il desiderio di chi vola

self_check_in

Chi viaggia in aereo desidera più autonomia nella gestione del proprio viaggio e cerca sempre di più servizi self-service disponibili in versione mobile, agili e veloci. È quanto rivela l’ultima edizione dell’Air Transport World Passenger Self-Service Survey di SITA, specialista nelle soluzioni IT e nei servizi di comunicazione per l’industria del trasporto aereo.

L’indagine ha rivelato che oggi il 70% dei passeggeri è dotato di smartphone, e cresce, in parallelo, la richiesta di servizi che offrano informazioni in tempo reale sul proprio volo. Cresce anche la domanda di servizi “fai da te”: quasi due terzi dei passeggeri intervistati si sono serviti di un canale self-service per effettuare il check-in, in aumento rispetto allo scorso anno.

Quasi il 90% dei passeggeri trova che gli aggiornamenti in tempo reale sullo stato del volo e l’imbarco “fai da te” siano le tecnologie migliori tra i servizi self service. Quel che i passeggeri vogliono è evitare ritardi ed essere informati immediatamente sullo stato del proprio volo

L’indagine, che ha coinvolto 2.526 persone provenienti da più di 70 paesi, è condotta su un campione dei 280 milioni di passeggeri che sono transitati per i sei più importanti aeroporti del mondo: Abu Dhabi International; Beijing Capital International, Frankfurt International, Hartsfield -Jackson, Atlanta; Chhatrapati Shivaji International, Mumbai, e Guarulhos International, Sao Paulo.

 

Tags :