Tra Ada e le geek girls: quanto contano le donne nell’IT?

lady_geek

Quote rosa? Non fateci ridere. Certo, l’industria IT è tutta in mano all’universo maschile, che fa i salti mortali per scrollarsi di dosso gli stereotipi che vanno dal nerd antisociale all’affacendatissimo uomo d’affari.

Persino negli Stati Uniti, dove il gap nel mondo del lavoro è meno forte che in Europa o nel resto del mondo, e dove le donne occupano il 50% di tutti i settori lavorativi, il settore della scienza e tecnologia resta indietro con un clamoroso 25% di occupazione femminile. A dirlo è un report del Dipartimento del commercio.

Alcune iniziative stanno cercando di indirizzare il cambiamento verso una più equa spartizione. D’altronde mai come oggi la tecnologia è entrata nella vita quotidiana e – guarda un po’ – a usarla sono uomini e donne in egual misura.

Doverosa dunque la segnalazione, per domani, dell’Ada Lovelace Day, la giornata internazionale dedicata alla donna considerata una delle prime menti dell’informatica moderna.

Da non dimenticare (e possibilmente da copiare) la campagna di Lady GeekLittle Miss Geek”, che si propone di ispirare le ragazze delle nuove generazioni a diventare pioniere della tecnologia.

 

Tags :