Foxconn ammette di avere usato il lavoro minorile

foxconn_lavoro_minorile


Appena una settimana dopo gli scioperi dentro Foxconn contro le condizioni di lavoro cui gli operai sono costretti nella fabbrica dell'iPhone e dell'iPad, l'azienda si è ritrovata invischiata in un altro imbroglio.
Questa volta riguarda l'ammissione di sfruttare il lavoro minorile.
Stando a quanto riporta CNET, infatti, China Labor Watch ha richiamato Foxconn proprio in questi giorni per avere utilizzato operai di 14 anni quando l'età legale per il lavoro in Cina è 16 anni.

Foxconn ha ammesso la cosa ed ha rispedito i ragazzi a scuola.
Foxconn non aveva verificato i documenti di identità degli studenti (!?), ma China Labor Watch fa notare che la maggior parte dei ragazzi sono stati mandati in Foxconn dalle scuole alle quali dovrebbero essere rivolte le maggiori lamentele, anche se l’azienda avrebbe potuto essere più attenta a controllare i documenti dei propri operai.

La cosa importante, però, è che adesso quei ragazzi sono tornati tra i banchi di scuola, proprio dove dovrebbero stare.

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :