Sarà un procione la nuova mascotte di Ubuntu 13.04

ubuntu-logo-procione

Se c’è una cosa che Ubuntu si fa proprio invidiare, è il nome che sceglie per le proprie release. Il sistema operativo Linux più dissacrante, nonché uno tra i più user-friendly, dopo aver sbeffeggiato Windows 8 con l’annuncio dell’uscita della versione 12.10 (“Evita il dolore di Windows 8. Il nuovo Ubuntu 12.10 è disponibile”) ha annunciato più o meno formalmente l’uscita della release 13.04 che come nome in codice avrà “Raring Ringtail”.

Raring Ringtail è un procione, il bassarisco del Nordamerica, snello e agile con una folta coda ad anelli neri e si prospetta come una versione di Ubuntu radicalmente diversa da quelle a cui siamo abituati, con forte attenzione sulle componenti mobili del sistema operativo, sulla durata della batteria, sul numero di processi in esecuzione, sull consumo di memoria del sistema, con l’obiettivo di renderlo un buon candidato per laptop e altri device mobili.

L’annuncio del nome è stato dato dal capo di Canonical Mark Shuttleworth.

La versione 13.20 dovrebbe essere rilasciata a meta aprile 2013 (ma non è stata definita ancora una roadmap ufficiale) e sarà non-LTS. Ogni versione di Ubuntu ha un supporto ufficiale da parte di Canonical di 18 mesi con patch di sicurezza e aggiornamenti. Fanno eccesione le versioni LTS (Long Term Support ossia supporto a lungo termine) che hanno un periodo di supporto esteso a cinque anni, con un lavoro supplementare di stabilizzazione, raffinamento e traduzione.

Tags :