Il nuovo Mac Mini e l’incredibilmente sottile iMac

applepress_14


Al California center, dopo il MacBook Pro Retina da 13 pollici è stato il turno del nuovo Mac Mini con USB 3.0, SD card, HDMI, Firewire 800, gigabit internet. All'interno troviamo 16GB di RAM, processore dual o quad core i5 o i7, 256GB di memoria flash o, in alternativa, HDD da 500GB o 1TB. Prezzo di partenza 600 dollari (per la versione con HDD da 500GB).

Poi entra in scena il fratello grande della famiglia, l’iMac, desktop numero uno in Usa (forse perché nessuno compra più desktop, fanno notare i più maliziosi). La sala è sorpresa dal nuovo design, incredibilmente più sottile del precedente. Il bordo è davvero sottilissimo, ma il retro si rigonfia un po’: del resto, da qualche parte dovranno pur stare le componenti interne, no?

E questo iMac è l’80% più sottile del precedente. Per raggiungere questo spessore Apple ha usato una tecnica che, in sostanza, comporta la fusione tra loro delle molecole di alluminio, per quanto è stato possibile capirne.

Tra il display e il vetro protettivo praticamente non c’è spazio e sarà quasi impossibile ripararlo (vi ricorda qualcosa?), in compenso ha il 75% di riflesso inmeno. Nessun drive ottico, che ha permesso ancora più risparmio di spazio. Si potrà avere nelle versioni da 21.5 e da 27 pollici. Webcam FaceTime HD, doppio microfono, altoparlanti stereo sono tra le componenti, insieme a processore Core i5 or i7, quattro porte USB 3.0 e fino a 3TB di storage in HDD o 768GB in SSD, fino a 32GB di Ram e due porte Thunderbolt.
L’HDD e la memoria flash lavorano insieme, come succede già in alcuni PC Windows. La versione da 21.5 pollici partirà da 1300 dollari, mentre quella da 27 pollici avrà un prezzo di inizio pari a 1800 dollari. In vendita da dicembre.

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :