L’iPad Mini a confronto con i concorrenti

ipad_mini_confronto


Ora che l'iPad Mini è uscito e adesso non parliamo più di speculazioni ma di dati reali. Adesso possiamo finalmente fare un confronto sensato con i concorrenti, ovvero con i più popolari tablet da 7 pollici e dintorni.
Certo, se qualcuno tra voi ha sempre voluto un iPad ma è stato frenato dalle dimensioni, questo potrebbe essere il giorno tanto atteso. O forse è stata Apple ad attendere troppo.

Ci sono già un bel po’ di tablet di queste dimensioni sul mercato e sono anche molto buoni. Vediamo dunque, come si posizione l’iPad Mini in una tabella comparativa.
Precisiamo una cosa: le specifiche non sono tutto. La cosa che conta di più è spesso l’esperienza dell’utente. E’ ovvio che le specifiche sono parte di questa esperienza e possono avere un ruolo cruciale se si vuole fare una scelta consapevole di dove spendere i propri solti. Fatte queste precisazioni, ecco la tabella. (cliccate sull’immagine per ingrandirla).

Cosa ne viene fuori? Che certamente l’iPad Mini è più sottile e più leggero di tutti i suoi concorrenti. Ma se parliamo di risoluzione le cose cambiano: con 162ppi rimane dietro il Kindle Fire HD e il Nexus 7 (216ppi), mentre sul fronte CPU, l’iPad Mini usa l’A5 dell’iPad 2 che, a seconda dei benchmark che si eseguono, a vole risulta pari o superiore a quelli dei competitor, a volte no.
E poi c’è il prezzo. Restando ai dollari, l’iPad Mini nella versione base costerà 299 dollari, contro i 200 del Kindle Fire HD e del Nexus 7 da 16GB e i 250 del Galaxy Tab 2 7.0 e, a quanto pare, del Nexus 7 da 32GB.
A favore dell’iPad Mini c’è sicuramente l’ecosistema Apple: l’iPad conta su 275.000 app ottimizzate, mentre Android ne conta molte meno. La scelta finale, quindi, dipende sempre da cosa, per voi, pesa di più.

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :