Anonymous ruba 28.000 password di PayPal. Ed è solo l’inizio

Anonymous

Anonymous
Il collettivo di hacker noto con il nome di Anonymous ha dicharato oggi di aver rubato i dettagli di 28.000 da un server di PayPal tra cui indirizzi email, nomi e password associate.
Tuttavia, come spesso è accaduto in circostanze del genere, l'hack è stato negato dalla parte attaccata.

PayPal dice di non avere alcuna prova di intromissione e al momento sta rispondendo alle domande che vengono loro rivolte in merito alla notizia con una semplice frase: “Stiamoindagando su questo, ma al momento non siamo stati in grado di trovare alcuna prova che confermi queste dichiarazioni”.

Il 5 novembre è stato proclamato da Anonymous come una sorta di giorno dell’hack globale e di protesta ribattezzato dal collettico come “Guy Fawkes Day” dal nome del rivoluzionario inglese che tentò di uccidere Guglielmo I nel 1605, e nasce a seguito dell’annuncio di Zynga che intende licenziare 100 dipendenti. Ammesso che PayPal stia dicendo la verità, forse dobbiamo aspettarci altri annunci. Tra le vittime della protesta lanciata da Anon, c’è stato anche il sito del network televisivo statunitense NBC, oltre a Symantec e un fan club Lady Gaga. Minacce sono state rivolte anche a Facebook e a Zynga stessa

[Fonte: Gizmodo USA]

Sai tutto di Anonymous? Scoprilo con il nostro quiz