I peggiori disastri 2012 nel mondo dei social media

SOCIAL MEDIA

Il sito Mashable.com elenca gli 11 più grandi disastri nel mondo dei social media per il 2012. Quali sono i migliori?

1 – McDonald’s crea l’hashtag che le si ritorce contro

A gennaio, McDonald’s ha provato a promuovere il marchio coinvolgendo i clienti con due trend: #meetthefarmers e #mcdstories.

Sfortunatamernte per McDonald’s, molti utenti di Twitter hanno deciso di postare le loro storie horror sulla catena di fastfood usando il secondo degli hashtag. In sostanza, McDonald ha pagato per promuovere un trend che le si è rivoltato contro in pessima pubblicità. La compagnia stessa ha ammesso più tardi che “#mcdstories non ha funzionato come avremmo voluto”.

2 – Snickers indagata per aver pagato i tweet delle celebrità

All’inizio dell’anno, Snickers (merendine) ha pagato diversi vip UK per tweetare loro fotografie mentre mangiavano una barretta.

La campagna ppubblicitaria non è piaciuta all’Office of Fair Trading britannico, che ha richiesto alla società di esplicitare quando il sostegno a un prodotto era adottato spontaneamente. L’indagine ha concluso che Snickers non si è comportata in modo scorretto.

3 – Tweet a favore delle armi della National Rifle Association

Tempismo impeccabile per la National Rifle Association, che ha postato un tweet a favbore delle armi da fuoco durante la strage avvenuta in un cinema di Aurora, nel Colorado, in cui sono state uccise 12 persone e ne sono rimaste ferite una cinquantina.

Il tweet – programmato in anticipo – ha toccato un nervo scoperto ma non è stato rimosso che a fine giornata.

4 – Anche CelebBoutique approfitta della strage di Aurora

La National Rifle Associationnon è stata la sola organizzazione ha gettare benzina sul fuoco dentro Twitter sulla strage di Aurora. In maniera ancora più ottisa CelebBoutique, uno store online, ha postato dei tweet promozionali con l’hashtag Aurora per avvantaggiarsi del topic in crescita. Sfortunatamente, la società non si è accorta – apparentemente – del motivo per cui Aurora stava crescendo e i tweet sono risultati terribilmente offensivi.

5 -Microsoft entra in politica (per errore)

Microsoft è entrata brevemente in politica a settembre, accidentalmente e sfortunataente a causa di un errato utilizzo di un account di Twitter. Il liberale economista Robert Reich aveva postato un messaggio sul sociale netwrok, informando i suoi lettori che nel fine settimana avrebbe visitato sua nipote e incontrato Ann Coulter (politica, giornalista e opinionista americana).
Qualcuno, usando l’account di Microsoft al posto del suo personale, è entrato nella conversazione scrivendo un messaggio di insulti. Il messaggio è stato rimosso molto rapidamente, ma gli editori di varie testate sono riusciti a catturare uno screenshot prima che Microsoft se ne accorgesse. Nessun commento è stato rilasciato né da Robert Reich né da Ann Coulter.

6 – KitchenAid e il tweet anti-Obama

KitchenAid vince il premio per il tweet offensivo. Dopo che il presidente Obama ha citato sua nonna durante il primo dibattito per le elezioni presidenziali in ottobre, l’azienda che produce robot da cucina ha risposto postando questo tweet ai suuoi 24.000 follower: “Obamas gma even knew it was going 2 b bad! She died 3 days b4 he became president. #nbcpolitics”. Da segnalare che la nonna di Obama è morta qualche giorno prima della sua elezione. La società ha prontamente rimosso il tweet e chiesto pubblicamente scusa, dichiarando che un dipendente ha usato l’account aziendale invece del suo personale.

 

Tags :