Motorola abbandona la Corea: “Decisione difficile ma necessaria”

motorola

motorola
Motorola sta mettendo in atto un piano di ritrutturazione nel tentativo di migliorare la propria situazione attuale, per niente rassicurante, e di cambiare il destino dell'azienda che sembrerebbe non puntare verso giorni felici. Dopo la notizia dell'abbandolo del presidente di Motorola Mobility Korea, Jung Chul-jong, adesso arriva la conferma della chiusura della "maggior parte" degli affari coreani dell'azienda del Razr.

Pare che a farne le spese saranno i più di 600 dipendenti di Motorola in Corea, anche se saranno licenziati con una sorta di risarcimento. Non è certo il primo taglio che Moto fa: già dopo l’acquisto da parte di Google, Mountian View cercò di eliminare alcuni dipartimenti nel tentativo di ridurre le perdite.

E questa non è neanche la prima azienda che lascia la Corea: HTC l’aveva già lasciata a luglio scorso. Intervistato da The Next Web, un portavoce dell’azienda ha dichiarato che si è trattato di una “decisione difficile ma necessaria” ed ha confermato che saranno interrotte le vendite di dispositivi Motorola nel paese asiatico. Inoltre a circa il 10 per cento del personale che si occupa di ricerca e sviluppo in Corea sarà offerta una ricollocazione. L’azienda ha fatto sapere che cercherà di rendere la transizione il più indolore possibile anche per gli altri dipendenti. Apprezziamo lo sforzo, ma come può essere indolore perdere il lavoro?

[Fonte: The Verge]

Tags :