EC3: al via la nuova cyberpolizia europea

ec3_logo_360_whitebackgrd_short_0

Al via l’EC3, l’European Cybercrime Centre, il nuovo centro europeo per la lotta alla criminalità informatica, una sorta di cyberpolizia unificata che si occuperà di combattere furti d’identita’, di dati bancari, pedopornografia e tutti gli altri reati che si commettono su Internet.

L’EC3 prenderà il via ufficialmente l’11 gennaio. Lo ha voluto la Commissione Europea, sarà finanziato con uno stanziamento di 7 milioni di euro del budget destinato all’Europol e avrà sede all’Aja. Per il momento ci lavoreranno circa 40 persone, in collaborazione con aziende, banche, centri di ricerca e università

I dati che hanno portato alla nascita dell’EC3 sono allarmanti: l’Europol valuta che le frodi relative alle sole carte di credito europee producano un giro d’affari illegale di circa 1,5 miliardi di euro l’anno. A questo andrebbero sommate le altre perdite causate da varie forme di frodi informatiche, senza contare i problemi sociali: a livello globale, si stimano in circa un milione al giorno le persone colpite da cybercriminalità.

L’EC3 si concentrerà sulle attività illecite online con una particolare attenzione agli attacchi diretti contro l’e-banking e altre operazioni finanziarie, lo sfruttamento sessuale dei minori su Internet e i reati che colpiscono i sistemi di informazione e delle infrastrutture critiche dell’Unione europea.

L’apertura è parte integrante del piano dell’Agenda Digitale Europea, che prevede una sempre maggiore collaborazione tra gli Stati membri, con condivisione delle informazioni e riunificazione delle competenze.

Maggiori informazioni qui: www.europol.europa.eu/ec3

Tags :