Google Fiber: l’avanzata dell’ultrabanda

google fiber

Si chiama Google Fiber ed è la nuova connessione a banda ultralarga progettata da Google e in fase di sperimentazione in questi giorni a Kansas City, nello Stato del Kansas negli Stati Uniti.

Google non vuole – almeno nelle dichiarazioni – trasformarsi in un Internet provider della banda larga. L’obiettivo del progetto Fiber è piuttosto quello di: “stimolare gli operatori a fornire connessioni a velocità sempre più elevate” con l’obiettivo di offrire  e veicolare sempre nuove forme di intrattenimento e svago online.

La velocità teorica di Google Fiber è di 1 Giga al secondo (Gbps) e le performance reali sono state testate da analisti indipendenti, con risultati a dir poco strabilianti: si aggirano sui 700 Mbps per la trasmissione dati, contro i 20 Mbps massimi che raggiunge una attuale connessione Adsl tradizionale.

Il servizio proposto a Kansas City ha un costo medio alto: servono 300 dollari per l’attivazione e un abbonamento da 70 euro al mese per navigare a 1 Gbps. In alternativa Google Fiber offre – gratuitamente per i prossimi sette anni – una “piccola” connessione a 5 Mega, nell’ottica di una connettività sempre più ampia e diffusa.

La banda ultralarga di Google Fiber serve per sviluppare nuovi servizi Tv via Internet e aprire nuove frontiere di gioco online, in quel mix che sta prendendo forma in questi giorni e che si sta definendo con il neologismo di “ultrateinment”, ossia l’entertainment a banda ultralarga, probabilmente uno dei grandio cambiamenti sociali a cui assisteremo a breve.

 

Tags :