Amazon accusata di affidare la sicurezza a neonazisti si difende così

Amazon

Amazon
Negli ultimi giorni Amazon è finita nell'occhio del ciclone in Europa e, nello specifico, in Germania per via della società che si occupa della sicurezza negli stabilimenti dell'azienda di Bezos. Stando quanto ha denunciato in un servizio il canale televisivo tedesco ARD, la società a cui Amazon si è affidata si chiama Hess ed è legata ad ambienti neonazisti. Lo stesso nome, sarebbe tratto dal cognome del braccio destro di Hitler, Rudolf Hess.

Il documentario mandato in onda dalla Tv tedesca ha mostrato le guardie private fare irruzione nelle case dei dipendenti Amazon e perquisire cucine e camere da letto dicendo loro di essere obbligati a tenere in ordine le loro case.
L’azienda statunitense non ha esitato a rispondere, tuttavia, di non avere contrattualizzato alcuna società che si chiami Hess. Amazon ha anche dichiarato di stare “attualmente esaminando le accuse riguardanti il comportamento delle guardie della sicurezza e saranno prese le misure appropriate immediatamente” perché Amazon ha aggiunto di “non tollerare discriminazioni e intimidazioni”.
Qualcosa ci dice che questa storia non finirà qui.

[Fonte: BGR]

Tags :