Moviemax sbarca alla IULM in cerca di giovani ideatori di web serie

moviemax e iulm per le webserie
Le serie TV sono un prodotto di indiscutibile successo. Un vero e proprio fenomeno che attira pubblico di tutte le età e di tutti gli ambiti. L'ultima frontier, però, sono le web serie, ovvero quelle che si possono vedere solo su internet. La casa di produzione e distribuzione cinematografica Moviemax Media Group ha deciso di investire sui giovani con un progetto legato proprio alle web serie.

Il progetto si chiama “Senza Parole” ed è promosso da Moviemax insieme all’Università IULM di Milano che hanno lanciato il bando per partecipare al concorso rivolto agli studenti dell’ateneo milanese che prevede la realizzazione di una web series muta, ovvero senza l’uso di dialoghi e con musiche, suoni e rumori. Al concorso possono partecipare tutti gli studenti regolarmente iscritti a uno dei Corsi dell’Università IULM o i laureati da non più di due anni del medesimo Ateneo, singolarmente o in gruppo. Come? Presentando entro il 10 settembre 2013 il progetto di una webserie che includa la bibbia dei personaggi, la sceneggiatura o lo storyboard della puntata pilota, nonché un ipotetico piano di produzione. Ogni webserie sarà composta da 5 puntate di durata compresa tra i 3 e i 5 minuti ciascuna. I due progetti finalisti vedranno le puntate pilota prodotte da Moviemax e presentate al Festival del Cinema Noir di Courmayeur.

La Giuria del concorso è composta da: Gianni Canova, Professore ordinario di Storia del cinema e Preside della Facoltà di Comunicazione, Relazioni Pubbliche e Pubblicità dell’Università IULM; Daniela Dagnino, Membro del CdA di Moviemax Media Group e Presidente del Comitato di Indirizzo Strategico; Giorgio Gosetti, Direttore del Noir Film Festival; Piera Detassis, Direttrice di Ciak e critico cinematografico di Panorama; Alessandro Gassman, Attore e regista.

“La serialità sul web – spiega Daniela Dagnino – sarà la nuova frontiera dell’intrattenimento on line. Le web series, nel giro di pochi anni, si sono rivelate un vero e proprio fenomeno, capace di appassionare milioni di utenti, in particolare i più giovani. Moviemax crede nei giovani perché sono il motore dell’economia ed è per questo che vogliamo investire e stimolare la creatività finanziando i progetti più belli”. “Collaborare con il Professor Canova è per noi motivo di grande orgoglio – continua Dagnino – per questo Moviemax si impegna a produrre i due pilot finalisti che saranno presentati al Noir in Festival di Courmayeur nel dicembre 2013 dove sarà decretato il vincitore”. Il pilot più votato, riceverà un premio di 2.000 euro.
Il bando è scaricabile dal sito dell’Università IULM.

[Fonte: Moviemax e IULM]

Tags :