In Europa restano vacanti 900.000 posti di lavoro nell’ITC

barroso itc lavoro

In Europa 900.000 posti di lavoro nel settore ITC restano vacanti. Per questo motivo il presidente della Commissione Europea, José Manuel Barroso, ha tenuto a battesimo una partnerhip che da oggi al 2015 affronterà il problema del lavoro digitale.

Il vuoto deve essere compensato da politiche adeguate. Barroso ha detto che l’Europa considera l’occupazione come l’obiettivo più importante dell’agenda 2020 e che le potenzialità del settore tecnologico non possono più essere tralasciate per carenza di investimenti nella formazione.

“Gli studi hanno dimostrato che l’occupazione legata all’ITC è molto più resistente alla crisi rispetto alla maggior parte degli altri posti di lavoro – ha detto Barroso nel suo discorso -. Questo significa che le competenze informatiche sono sicuramente essenziali nella riduzione del rischio di disoccupazione, anche per i lavoratori meno giovani. Migliori e più qualificati operatori ICT, ricercatori, imprenditori, manager, sono necessari e saranno sempre più necessari”.

La partnership coinvolge esponenti del settore pubblico e di quello privato e ha come obiettivi l’offerta di nuovi pacchetti di formazione, programmi di studio, programmi europei di riconoscimento delle qualifiche e misure di stimolo all’imprenditorialità digitale per far crescere startup in Europa.

Restano tre mesi di lavoro prima dell’assemblea generale dell’agenda digitale europea, prevista in maggio, nella quale la coalizione riceverà ufficialmente il mandato e potrà gestire i fondi – 4,5 milioni di euro, più altri in arrivo (non tantissimi) – riservati a questo scopo.

 

Tags :