Il 75% del cranio di un uomo sostituito con una protesi stampata in 3D

teschio impianto con stampa 3D

teschio impianto con stampa 3D
Per la prima volta nella storia, la parte danneggiata del cranio di un uomo è stata sostituita ocn una protesi stampata in 3D: si tratta del 75 per cento del totale dell'osso.
L'uomo, uno statunitense di cui non si conosce il nome, ha subito prima una scansione della scatola cranica per poterne avere una immagine digitale. La texture e i buchi sono stati riprodotti nella struttura di polieterchetone chetone per stimolare la crescita di cellule ossee e la tecnica utilizzata potrebbe dimostrarsi preziosissima nella sostituzione di altre parti danneggiate di altre ossa.

Oxford Performance Materials, l’azienda che sta dietro la realizzazione dell’impianto, pensa che non ci sono ragioni perché queste sostituzioni di ossa con impianti in 3D non possano essere usate in altre circostanze, come nell’anca o in altri arti.
E’ l’inizio di una nuova era nel settore delle protesi? La stampa in 3D renderà più semplici ed economici gli impianti? E’ presto per dirlo, ma di certo è una buona notizia.

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :