Atooma: la migliore app italiana che fa lavorare il cellulare per noi

atooma

atooma

La storia di Atooma è una bella storia: la piccola app che istruisce lo smartphone a compiere le azioni più disparate, senza bisogno di programmare, è stata creata in Italia da quattro 27enni (che si sono conosciuti all’Innovation Lab) ed è un esempio di giusto successo: è già stata scaricata da 70mila utenti.

Atooma è stata premiata al World Mobile Congress di Barcellona Atooma. Per ora funziona soltanto su Android e consente di istruire lo smartphone senza essere programmatori. L’utente può creare “azioni” che svolgono determinate funzioni: mandare un sms ogni volta che si arriva a casa, attivare il vivavoce quando si è in macchina, eliminare la suoneria se si è al lavoro e molto altro.

Le azioni possono essere anche molto complesse e articolate e possono includere app come Facebook, Dropbox o i servizi di Google, oltre alle funzioni di localizzazione del telefonino.

Il team adesso è al lavoro su una versione di Atooma per iPhone, che tuttavia non sarà immediata. Altri aggiornamenti si prevedono per sviluppare funzioni interattive con le smart tv e gli oggetti di casa. Obiettivi realizzabili, a patto che la startup riesca a raccogliere nuovi fondi indispensabili per far crescere l’attività.

La speranza è che la visibilità internazionale appena regalata loro dal Mobile Premiere Awards permetta ad Atooma di continuare a volare.

Curiosi di provarla? www.atooma.com

[Francesca Delaurenti]

Tags :