McDonald’s avrà un rivale: Vegetarian Butcher

vegetarian butcher

vegetarian butcher

Si chiama Vegetarian Butcher, ed è nato in Olanda. Tra il calo del consumo di carne e il diffondersi di alternative sostenibili, in Olanda è sempre più dura la vita dei fast food tradizionali – tra tutti McDonald’s e Burger King – soprattutto a causa, o meglio grazie, alla coscienza ecologica e animalista dei cittadini olandesi.

Vegetarian Butcher Offre una vasta gamma delle “finte carni”: hamburger di soia, seitan e così via. Il marchio è cresciuto in modo esponenziale passando in due anni da un unico punto vendita fino a trenta negozi, solo nei Paesi Bassi.

Il fondatore di Vegetarian Butcher si chiama Niko Koffeman e sostiene che la sua catena è rivolta a un pubblico più sensibile ed offrirà cibo sostenibile. Il primo negozio della catena è stato inaugurato a ottobre del 2010, a distanza già di un anno sono diventati operativi 30 punti vendita. Koffeman crede che l’80% dei suoi clienti siano vegetariani o vegani, ma spera di attirare clienti di tutte le sorte così da ridurre il consumo di carne o addirittura da eliminare la carne dal mercato: una linea di fast food cruelty free.

Anche in Italia da un paio di anni a questa parte si parla di dare il via a una catena di fast food vegetariani, ma il percorso sembra essere ancora lungo perché forse manca il giusto grado di sensibilizzazione. Tuttavia, anche senza l’impronta animalista che caratterizza la situazione olandese, la guerra ai fast food “all’americana” è comunque iniziata.

Tags :