L’era mobile è iniziata 40 anni fa. Volete sapere come?

mobile cooper

mobile cooper

Si festeggiano domani i primi 40 anni dell’era mobile. Sebbene la diffusione di massa sia avvenuta molto più tardi, fra il 1999 e il 2000, la prima telefonata mobile è datata 3 aprile 1973, con una chiamata effettuata da New York, di fronte all’hotel Hilton.

A fare la prima chiamata fu un Motorola DynaTAC 8000X, non proprio un cellulare, quanto piuttosto un grosso telefono senza fili, pesante più di un chilo, con una batteria che durava al massimo mezz’ora e un prezzo non proprio user-friendly di oltre quattromila dollari.

È stato lui a inaugurare l’epoca della telefonia mobile. Il DynaTAC era un telefono di quelli che non solo non entrerebbero mai in tasca, ma neppure nella borsa di Mary Poppins, eppure ha segnato l’inizio dell’epoca dei cellulari.

Circola un anedotto su quella prima chiamata. Negli anni ’70, a contendersi il primato sulla ricerca nel mondo della comunicazione mobile, erano due aziende: Motorola e Bell. Si dice che la telefonata fu fatta per “avvisare” la concorrenza che Motorola aveva bruciato le tappe ed era arrivata prima nella costruzione del telefono mobile.

Martin Cooper, project manager di Motorola, a capo della divisione di ricerca che realizzò il DynaTac, telefono a Joel Engel, capo dei laboratori Bell per dirgli: “Ti sto chiamando da un vero portatile”.

Passarono poi vent’anni prima di vedere sul mercato i primi modelli realmente portatili. Dal 2000 a oggi l’evoluzione è andata vertiginosamente aumentando. L’era degli smartphone è cominciata nel 1992 con Simon, un telefono progettato da IBM contenente calendario, rubrica, orologio, calcolatriche, blocco note, email e giochi. Il primo iPhone è molto più recente: 2007.

 

Tags :