Melarossa: l’app per dimagrire si scarica sull’iPhone

melarossa

melarossa

Arriva su App Store l’applicazione Melarossa che promette di dare indicazioni utili per dimagrire anche 1 kg a settimana.

L’estate (con la prova costume…) si avvicina a grandi passi. Molti sognano di perdere qualche chilo, e da oggi su App Store si può scaricare un’App per iPhone che elabora una dieta personalizzabile, che promette di far perdere 1 kg a settimana. Questa applicazione è stata sviluppata da un team di esperti nutrizionisti e dietologi ed è l’unica supervisionata dalla Società Italiana di Scienza dell’Alimentazione.

La dieta Melarossa può proporre sino a 3.000 diversi menù giornalieri ed è perfettamente bilanciata, sia in termini di calorie che di nutrienti (tutti i cibi fanno parte della dieta mediterranea).

Nella fase di registrazione occorre inserire dati sulle proprie caratteristiche fisiche, sulle abitudini di vita (sportive o sedentarie), sulle preferenze alimentari, e – naturalmente – il proprio obiettivo di peso. Si può anche scegliere di ricevere una dieta vegetariana o una dieta “panino” per chi mangia un veloce snack all’ora di pranzo.

Si può anche scegliere di ricevere una dieta vegetariana o una dieta “panino” per chi mangia un veloce snack all’ora di pranzo. L’App elabora anche la lista della spesa settimanale e un check del peso settimanale verifica se l’andamento della dieta è quello giusto. In caso contrario, rielabora il regime alimentare, e, laddove fosse necessario, modifica l’apporto calorico della dieta. Un grafico, sempre a portata di mano, mostra, settimana dopo settimana, se si sta seguendo bene la dieta e se l’obiettivo peso è raggiungibile nei tempi desiderati.

Per scaricare l’applicazion basta accedere al sito melarossa.it/app, ed è gratis la prima settimana di dieta. Poi, e solo se si decide di continuare, dalla seconda settimana si può scegliere un abbonamento settimanale (€ 0,89) o mensile (€ 2,69, quindi con uno sconto del 25%).

Ricordiamo in ogni caso che prima di affrontare una dieta è sempre consigliato rivolgersi ad un medico specialista. 

 

Tags :