I trucchi della nonna per riconoscere i prodotti

nonna

nonna

Con questo breve articolo, riportiamo antichi trucchi per riconoscere i prodotti, ossia ad effettuare dei test per vedere se quel bracciale di metallo bianco-cromato che avete nel cassetto e che vi ha lasciato vostra nonna in eredità è d’argento, di nichel o di stagno, se quella collanina che è nel portagioie di vostra madre fin da prima della vostra nascita è di oro vero o di oro falso. Capirete se l’olio che conservate nelle bottiglie in cantina è d’oliva, di semi o di arachidi. Infine se il vostro fidanzato vi ha regalato un gioiello che afferma convinto essere di diamanti veri, potrete smascherarlo immediatamente dicendogli che è semplice vetro!

Tutti questi test saranno eseguiti utilizzando prodotti che molto probabilmente avrete in casa. In ogni caso potrete procurarveli a basso prezzo in un qualunque supermercato.

Per riconoscere argento, nichel e stagno: immergere l’oggetto in acqua molto salata: l’argento resta inalterato, lo stagno ha una colorazione grigia, il nichel diventa violetto-rossastro.

Per riconoscere l’oro vero e l’oro falso: una goccia di acido nitrico scioglie tutte le leghe simili all’oro, ma non l’oro vero. Questo è il sistema usato anche dai gioiellieri per individuare i falsi.

Per riconoscere l’olio: occorre versare acqua ossigenata in una boccetta contenente l’olio e agitare: olio d’oliva diventa verde, quello di semi rosa chiaro, di arachidi grigio-giallastro. Quando avete appurato che l’olio analizzato è di oliva, potrete utilizzare i rimedi della Nonna con l’olio extravergine d’oliva.

Per riconoscere i diamanti veri e i diamanti falsi: Immergendo la pietra in un bicchiere d’acqua, il diamante vero resta visibile e molto nitido; la forma della pietra falsa, invece, appare piuttosto indecisa.

[Francesca Delaurenti]

Tags :