Ecologisti anche in ufficio

Ecologisti-anche-in-ufficio

Ecologisti-anche-in-ufficio

L’amore per il pianeta lo si dimostra nei comportamenti di tutti i giorni, anche quando si lavora.  Infojob, la borsa online del lavoro, registra un costante trend di crescita nella richiesta di professioni verdi, come gli addetti al montaggio di pannelli, i capo cantieri impianti e gli ingegneri elettrici e ambientali.

Infojob ha elaborato n decalogo ad hoc maturato grazie alla propria esperienza e  finalizzato a rendere l’ufficio più eco-sostenibile, a basso impatto ambientale ma anche economico.  “Soprattutto in questo momento è più che mai importante puntare alla qualità e la filosofia green sottolinea questo aspetto a livello umano e di innovazione” – afferma Anna Maria Mazzini, Marketing Manager di InfoJobs.it – L’esperienza ormai quadriennale del canale Green di InfoJobs.it ci permette di delineare un trend di crescita del settore, con in testa Lombardia (29,66%), l’Emilia Romagna (15,17%), il Veneto (14,76%) per le offerte di lavoro”.
Ecco la lista dei 10 consigli green:
Clima: prestare attenzione alle temperature degli uffici, che non devono essere troppo elevate o troppo basse, evitando la regolazione massima degli impianti di condizionamento o riscaldamento.
Mezzi di trasporto: prediligere, quando possibile, i mezzi a basso impatto inquinante come il treno o i mezzi pubblici, sia per raggiungere la sede di lavoro, sia per le trasferte aziendali.
Digitalizzazione: creare archivi digitali per un’organizzazione paperless ed evitare così lo spreco di carta, riducendo anche la mole di ingombro in ufficio.
Stampante: ricorrere a questo strumento solo se è necessario e controllare sul pc l’anteprima prima di avviare la stampa. L’impostazione della stampa fronte-retro permette di abbattere la quantità di carta utilizzata.
Frigoriferi: regolare la temperatura dei frigoriferi sui 3°- 5°: temperature più basse comportano infatti sprechi di energia e alterazione degli alimenti stessi.
Cancelleria: comprare carta in fibre riciclate, matite colorate invece degli evidenziatori e biro, bianchetti che non contengono solventi. Al posto dei classici bloc-notes è possibile riciclare le vecchie stampe e riutilizzarle come fogli per gli appunti.
Luce e elettricità: sfruttare la luce solare il più possibile. Quando si esce dall’ufficio spegnere le luci, pc e l’interruttore a monte della spina. Impostare la modalità stand-by del pc invece che il classico screensaver contribuisce a risparmiare energia elettrica.
Rifiuti: la raccolta differenziata, sempre e comunque. Affiggere delle piccole guide vicino ai bidoncini spiegando quali materiali sono da riciclare e in quale categoria.
Arredamento: prediligere mobili ufficio in materiali riciclati o riciclabili, verificando inoltre l’assenza di sostanze pericolose come nichel, cadmio, sostanze cancerogene.
Coffee break: utilizzare tazzine e bicchieri tradizionali al posto dei bicchierini usa e getta e zucchero sfuso invece delle bustine.

[Francesca Delaurenti]

 

Tags :