Arcobaleno di fuoco

arcobaleno_fuoco

arcobaleno_fuoco

Un arcobaleno dalla forma inusuale, che si sviluppa in “parallelo” rispetto alla linea dell’orizzonte. Lo chiamano “arcobaleno di fuoco” perché, visto dal basso, somiglia a una fiamma nel cielo. In realtà, non è né di fuoco, né è tecnicamente un arcobaleno. Ma non è nemmeno la scia di una sostanza chimica dispersa da un aereo. Si tratta si un arco circumorizzontale.

L’arcobaleno di fuoco si verifica solo in certe condizioni climatiche ed è un alone di ghiaccio formato da cristalli di ghiaccio esagonali. Quando il sole colpisce i cirri alti, le nuvole che si trovano ad altezze superiore ai seimila metri, con un’inclinazione di 58° o superiore, si crea questo alone così grande che l’arco appare parallelo all’orizzonte. Coloratissimi archi cirrcumorizzontali si verificano soprattutto durante l’estate e a particolari latitudini. Questo è il motivo per cui è un fenomeno raro. Anche la posizione dell’osservatore è importante.

arcobaleno_fuoco1

Coloratissimi archi cirrcumorizzontali si verificano soprattutto durante l’estate e a particolari latitudini. Questo è il motivo per cui è un fenomeno raro. Anche la posizione dell’osservatore è importante.  Le nubi iridescenti, infatti, si verificano solo in altocumuli o nubi lenticolari, e molto raramente nei cirri.

arcobaleno_fuoco_2

Tags :