LightUp, i “lego magnetici”

lightup

lightup

Arrivano i mattoncini LightUp. Un nuovo gioco educativo per i bambini che permette di creare semplici circuiti elettrici tramite una serie di moduli interattivi. I mattoncini sono formati da batterie, bottoni, LED, sensori di luce e tanti altri componenti. E’ possibile collegarli tra loro grazie ai poli magnetici senza l’utilizzo di fili o saldature. È questa la novità della startup fondata a Stanford, California.

I bambini potranno sperimentare l’uso dell’elettricità senza aspettare di diventare grandi. Anche se i mattoncini sono di facile utilizzo, tramite essi è possibile creare circuiti di un alto livello come una lampada e un telecomando a infrarossi in grado di controllarla a distanza. Esiste anche l’applicazione per iOS e Android, LightUp App, che riconosce i pezzi del circuito e mostra direttamente sullo schermo eventuali errori come un vero e proprio tutorial. LightUp è una forma “per piccoli” dell’Arduino, il framework open source che permette l’apprendimento veloce dei principi fondamentali dell’elettronica e della programmazione. Il progetto dei “lego magnetici” sta spopolando. Su Kickstarter sono già stati ottenuti oltre 50mila dollari di finanziamento e le prime consegne sono previste nel dicembre 2013. I prezzi vanno dai 39 dollari per il Maker Mini Kit composto da sei pezzi fino ai 199 dollari del Master Deluxe Kit che permetterà ai bambini di diventare dei veri e propri specialisti dell’energia elettrica.

Tags :