Una maglietta a sensori per i bambini malati di cuore

cuore-bambino

cuore-bambino

Verrà presentato oggi dalla dottoressa Gabriella Agnoletti, il progetto “Happy Heart” in occasione del Forum della Pubblica Amministrazione a Roma (28 – 30 maggio). Il progetto “Happy Heart” riguarda la sperimentazione della maglietta che permette ai bambini malati di cuore di essere controllati a distanza senza il ricovero in ospedale.

Una rivoluzione medica che ha le sue basi presso il reparto di Cardiologia dell’ospedale Infantile Regina Margherita della Città della Salute e della Scienza di Torino. La maglietta, prodotto dall’azienda torinese Mtm Tech, è dotata di sensori tessili, lavabili e riutilizzabili, che trasmettono il tracciato ECG del paziente e la sua posizione, oltre a rilevare la saturazione d’ossigeno, la frequenza respiratoria e la portata cardiaca.

Ma come funziona la maglietta? I dati sono trasmessi via connessione wireless Bluetooth ad uno smartphone (in dotazione al paziente) che a sua volta li trasmette all’ospedale. Per ora saranno 150 i bambini, affetti da aritmia, a sperimentare questa nuova maglietta. In futuro si prospetta di utilizzarla anche per chi ha scompensi cardiaci. Farà risparmiare tempo e soldi se si considerano la riduzione di ricoveri e anche il minor numero di personale impegnato: il risparmio si attesta al 30 per cento. Questo sistema non è solo valido dal punto di vista economico, ma anche sociale: rappresenta un valido espediente per migliorare la qualità di vita del paziente e della sua famiglia, diminuendo la dipendenza fisica e psicologica dalla struttura ospedaliera. Sapere che i bambini possano essere monitorati ogni minuto mentre sono a scuola o a casa, li rende partecipi della vita collettiva oltre a fornire un maggiore senso di sicurezza ai genitori.

 

Tags :