Robot Wars: Mazinger Z

Mazinger

Mazinger

Mazinger Z nasce da una semplicissima idea: imbottigliato nel traffico Go Nagai immaginò cosa sarebbe successo se alla vettura su cui si trovava fossero cresciuti arti in grado di superare le auto di fronte a lui. Da questa basilare quanto geniale intuizione prese vita un progetto che ancora oggi fa parlare di sé: il primo Super Robot, Mazinger Z.


J-pop, all’interno della Nagai Collection, riporta in auge lo storico mecha che portò Go Nagai al successo e alla notorietà. Mazinger Z è a oggi considerato il primo tassello della trilogia composta da Great Mazinger e Ufo Robot Grendizer, serie che speriamo di poter presto rileggere. Il primo volume di Mazinger Z si apre con il ritrovamento di una Bestia Meccanica da parte del Dott. Hell, scienziato con l’intenzione di conquistare il mondo. L’unico ostacolo che potrà sventare i piani di Hell è rappresentato da una coppia di studiosi giapponesi, i professori Kabuto e Yumi: che ha sviluppato la Superlega Z, la più resistente al mondo, con la partecipazione del Dott. Hell, conoscendone le reali intenzioni. Il Barone Ashura, sottoposto di Hell per metà uomo e per metà donna, verrà incaricato di trovare ed eliminare Kabuto, il quale riuscirà a lasciare al proprio nipote l’arma che sarà in grado di fermare i folli progetti di Hell: Mazinger Z.
Inizia così l’avventura che porterà il giovane Koji Kabuto a combattere contro le Bestie Meccaniche del Dott. Hell, aiutato dal professor Yumi e dalla giovane Sayaka. La ragazza sarà alla guida di un altro robot, Aphrodai A, e sarà la maestra di Koji: non è affatto semplice pilotare un robot gigante, e solo grazie all’aiuto della giovane Koji riuscirà a sconfiggere i suoi primi avversari.
Mazinger Z è il primo super robot, un mezzo concepito per salvare l’umanità da ogni minaccia alla stabilità del pianeta. Numerosi saranno i tentativi di Hell e Ashura di distruggere Mazinger con continui attacchi di Bestie Meccaniche, tentativi vani di fronte alla soverchiante potenza del mecha in Superlega Z. Il volume proposto da J-pop segue le vicende scritte da Gosaku Ota, assistente di Go Nagai. Il manga di Mazinger venne infatti realizzato quasi in contemporanea rispetto al passaggio tv dell’anime in una duplice versione: una interamente scritta e disegnata da Nagai stesso e l’altra da Ota. Inizialmente pensato per un pubblico di ragazzi, mutò in corso di pubblicazione i toni e le tematiche, diventando decisamente più adulto.
La versione di Nagai fu, a lungo termine, deludente dal momento che il poco tempo a disposizione per la lavorazione influì negativamente su stile e temi trattati, facendo disaffezionare il pubblico. Nagai supervisionò solamente la serie di Ota restando pienamente soddisfatto del lavoro svolto, al punto da definirlo il vero manga di Mazinger Z. Come per tutta la Nagai Collection anche Mazinger Z sarà proposto in duplice versione, con cover variant a scelta, e la possibilità di contenere tutta la serie in un comodo Box da collezione.
Una nuova opportunità per gustare le origini del mito d’acciaio oppure, per chi ancora non conosce il genio del maestro Nagai, la giusta occasione per apprezzare una storia senza tempo.

Tags :