Ecco le dieci nazioni che più di altre chiedono dati sugli utenti alle aziende dell’IT

ecco i paesi che richiedono più dati alle aziende su internet

ecco i paesi che richiedono più dati alle aziende su internet
Avrete sentito in questi giorni parlare di Prism, il programma di sorveglianza dell'intelligence statunitense, nello specifico dell'NSA, venuto alla luce grazie ad un whisperblower. In estrema sintesi, Prism è in grado di intercettare e analizzare la grandissima parte delle informazioni, dei dati personali e dei documenti messi in rete, con l'inevitabile aiuto delle grosse aziende che su internet operano, come Google, Facebook, Apple, Yahoo!, Microsoft etc etc e che hanno permesso l'installazione di backdoor sui loro server.

L’emergere della vicenda ha provocato uno scandalo non indifferente spingendo le aziende coinvolte a tentare di minimizzare il loro ruolo per tranquillizzare utenti inferociti. Ma la richiesta di dati da parte dei governi alle aziende che operano su internet e che raccolgono quotidianamente dati sugli utenti non è cosa che riguarda solo gli Usa.

Qui sopra (e qui di seguito in dimensioni più leggibili) trovate una tabella pubblicata dall’agenzia di stampa Reuters che elenca la classifica delle prime 10 nazioni al mondo che più di altre usano chiedere alle aziende dati sui loro utenti. E la fonte sono proprio i cosiddetti Transparency Report che le aziende dell’IT pubblicano ogni anno. Per stilare questa classifica la Reuters ha usato di dati del report di Google, Microsoft/Skype e Twitter dello scorso anno.

ecco i paesi che richiedono più dati alle aziende su internet

Gli Usa risultano in testa alla classifica, ma avreste detto di trovare l’Italia tra i primi dieci? Qui potete leggere le specifiche della tabella.

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :