Microsoft fa marcia indietro: benvenuti giochi usati per Xbox One

xbox-one

xbox-one

Errata Corrige: Xbox One non dovrà essere collegata per forza a internet per permettere ai giochi di funzionare. Non ci sarà nessun check online ogni 24 ore. I giochi usati potranno essere scambiati, permutati e venduti a tutti gli amici, conoscenti o sconosciuti sui forum che vogliamo.

E’ ufficiale, è tutto vero, i giocatori potranno tirare un sospiro di sollievo. Microsoft con un solo comunicato fa mea culpa e cancella tutti i fastidiosissimi annunci fatti poco prima dell’E3 e confermati con arroganti interviste in post fiera losangelina.
“Il vostro feedback conta – l’update su Xbox One” è il titolo che campeggia in alto al comunicato, firmato proprio da Don Mattrick, Presidente, Interactive Entertainment Business in Microsoft. “Sin da quando abbiamo svelato Xbox One, io e il mio team abbiamo ascoltato direttamente i vostri consigli, letto i vostri commenti e ascoltato i vostri feedback”. Mattrick si rivolge agli utenti, ma sicuramente anche alla stampa specializzata che si era scagliata contro queste folli politiche. Tra cui noi, in questo articolo. Ovviamente non solo noi, questa politica è stata recentemente sbeffeggiata anche nel popolare show Late Night di Jimmy Fallon.
“Ci avete detto quanto amate la flessibilità che avete oggi riguardo i giochi rilasciati su disco. La possibilità di prestare, condividere e rivendere i vostri giochi. Per questo annuncio i seguenti cambiamenti di Xbox One: potete giocare, condividere, rivendere e prestare i vostri giochi esattamente come fate su Xbox 360”, si legge sul comunicato.
Ma Mattrick scende anche nei dettagli. Ecco cosa sarà consentito fare:
– Non sarà necessaria una connessione a internet per giocare offline con Xbox One. Non ci sarà nessun check in ogni 24 ore e quindi si potrà portare Xbox One dovunque si voglia (sì, anche sul picco di una montagna, una cosa normale prima ma che con i recenti annunci Microsoft sembrava impossibile);
– Scambiare, vendere, regalare e affittare giochi. Non ci sarà alcun limite a queste pratiche;
– Possibilità di scaricare un gioco da Xbox Live e giocarlo online;
– Non ci sarà nessun region lock

A quanto pare però con il ripristino degli elementi “naturali” sono state tagliate, per forza di cose, alcune buone idee: dato che i dischi saranno prestabili e vendibili non ci sarà più la possibilità di installare il gioco sul proprio hard disk per poi non mettere più il supporto fisico nella console. I giochi scaricati in digital deliveryinoltyre non saranno più condivisibili digitalmente con altro 10 account. Delle mancanze che comunque non si faranno sicuramente sentire visto il ritorno della possibilità di rivendere e prestare giochi usati.

[Francesca Delaurenti]

Tags :