Microsoft ha fornito all’NSA accesso libero a mail, chat e cloud

microsoft permette alla NSA l'accesso a chat, email e cloud

microsoft permette alla NSA l'accesso a chat, email e cloud
Brutte notizie per gli utenti Outlook. Secondo quanto pubblica il Guardian, infatti, Microsoft ha permesso all'NSA di accedere liberamente ai suoi servizi di posta elettronica, chat e storage cloud. Il tutto nell'ambito dell'ormai famigerato programma Prism. Questo, naturalmente, non ha lasciato indenni Skype e SkyDrive.
A supporto della notizia, il Guardian ha pubblicato una parte della documentazione sottratta da Snowden e fornita come prova del fatto che il produttore di Windows è andato a braccetto con le agenzie di spionaggio per anni, nonostante abbia negato più volte la cosa. Non si parla di qualche account di posta o di alcune migliaia di email. Microsoft ha fornito all'NSA accesso decriptato ad Outlook.com e Hotmail, oltre che alle chat, a SkyDrive e alle chiamate audio e video di Skype.

Certo, dato il fiume di rivelazioni a proposito di Prism che in queste settimane ha travolto i media, questa notizia può non sorprendere. E’ comunque l’ulteriore conferma che, a parte Twitter, le aziende dell’IT hanno fornito, in diverse misure, dati all’NSA. Microsoft, però, appare più coinvolta di altre dato che si è saputo solo due settimane fa che aveva fornito all’agenzia di sicurezza nazionale statunitense dato derivati da un bug senza che gli utenti ne sapessero nulla.

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :