E il meteorite che arrivò da Marte portò la vita sulla Terra

marte

marte
La vita sarebbe arrivata sulla Terra grazie ad un meteorite proveniente da Marte. E' questa la nuova teoria formulata dal professor Steven Benner durante la conferenza mondiale di geochimica Goldschmidt 2013 tenutasi a Firenze.

Le evidenze di questa teoria sarebbero da ricercare nel molibdeno, sostanza chimica che gli studiosi pensano sia all'origine delle prime forme di vita e che in passato era presente su Marte ma non sulla Terra.

Benner, alla guida di un team di ricercatori che ha prodotto lo studio presentato a Firenze, ha descritto due elementi specifici che indurrebbero a pensare che la terra potrebbe non essere l’ambiente in cui la vita come la conosciamo potrebbe essere iniziata da zero.

Secondo il primo elemento, il cosiddetto “paradosso del catrame”, le molecole organiche, se esposte a alla luce o al calore, non possono generare molecole complesse. Queste, infatti, si possono avere solo grazie a sostanze cristalline ed ossidi di molibdeno. Proprio gli ossidi di molibdeno non sarebbero stati presenti sulla Terra al tempo in cui si pensa che la vita abbia avuto origine.

La seconda di quelle che Benner indica come evidenze, poi, ci spinge ancora più oltre: se la Terra era in origine ricoperta da acqua, la sopravvvivenza dell’’RNA non sarebbe stata possibile, perché l’acqua risulta essere corrosiva per questa molecola.

Per questo alcuni scienziati hanno cominciato a guardare a Marte, pianeta un tempo molto ricco sia di ossigeno che di ossido di molibdeno e a pensare che possa essere stato un meteorite a portare questa sostanza sulla terra.

Siamo quindi tutti marziani?

Tags :