Microsoft compra la divisione telefonia di Nokia: costruirà da sé i suoi smartphone

microsoft compra la divisione telefonia di Nokia

microsoft compra la divisione telefonia di Nokia
Se qualcuno sperava che Nokia, prima o poi, avrebbe cambiato idea e sarebbe passata ad Android, si sbagliava di grosso. La notizia del giorno, infatti, è che Microsoft ha acconsentito a comprare la divisione hardware dell'azienda finlandese per 7,1 miliardi di dollari. In questo modo il colosso di Redmond potrà produrre da sé i propri telefoni.

Per la precisione, l’acquisizione riguarda la divisione Dispositivi e Servizi di Nokia, incluso l’intero portfolio di brevetti e i 32.000 dipendenti.
Il tutto arriva dopo due anni e mezzo dalla scelta di Nokia di adottare il sistema operativo mobile di Microsoft per i suoi telefoni. Adesso, però, Microsoft vuole curare l’esperienza dell’utente in tutti i suoi aspetti, come Apple con l’iPhone.
La mossa sembrerebbe rientrare in una strategia più ampia di Microsoft che sta puntando molto sull’hardware come dimostra il lancio del Surface e dell’Xbox One. Gli smartphone Nokia completano il ciclo.

Nel secondo trimestre del 2013, tutto il mercato Windows Phone (quindi non solo Nokia) occupava il 3,7 per cento del totale del settore percentuale che, secondo le proiezioni di Microsoft dovrebbe arrivare al 15% entro il 2018. In cinque anni, tutto potrebbe succedere se si considera che quando nacque l’iPhone, a detenere incontrastata il primo posto era BlackBerry, mentre adesso dire che le parti si sono invertite è usare un eufemismo.
Microsoft, però, non smetterà di dare Windows Phone in licenza ad altri produttori, ma semplicemente inizierà a fare i suoi telefoni senza abbandonare HTC e Samsung. Certo c’è da immaginare che queste aziende non saranno felici dell’annuncio di Microsoft che si candida a realizzare i Windows Phone di punta del mercato.

Microsoft, tra l’altro, acquisisce il diritto ad usare le mappe HERE di Nokia, finora esclusiva dell’azienda finlandese, in tutti i suoi dispositivi: una mossa che potrebbe rivelarsi particolarmente vincente per Redmond e che, allo tesso tempo testimonia scarsa fiducia nellemappe di Bing.
Nella lettera congiunta dei due CEO delle rispettive aziende, in cui si annuncia l’acquisizione, si dice anche che Stephen Elop, attuale capo di Nokia, guiderà un nuovo team Dispositivi.

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :